The power of mom

Mi riferisco ad una notizia che mi ha molto colpita oggi: è stata definita la “mom of the year” (mamma dell’anno), la madre che ha redarguito il figlio intento a lanciare pietre contro la polizia di Baltimora, accusata di aver ucciso l’afroamericano Freddie Gray (morto il 19 aprile scorso).
Può ancora avere potere sul figlio una madre che lo coglie sul fatto in questo modo? Incappucciato, grosso e temibile, sarà intimorito dagli schiaffi della madre? È pur sempre lei la stessa persona che nei primi anni di vita del figlio gli cambiava i pannoloni e gli cantava la ninna nanna per addormentarlo! Innegabilmente sarà stato spinto da forti motivazioni, ma nel momento in cui scagli una pietra contro qualcuno tendi a perdere qualsiasi ragione. E la madre, la madre dell’anno, elevata a icona social della rivolta (così si legge nella maggior parte degli articoli dedicati all’argomento) questo lo sa ed ha cercato forse nel corso degli anni di trasmettere “buoni” principi al figlio. Macché icona social, si tratta solo di una madre che cerca di intervenire per correggere il passo, di recuperare ciò che, per qualche strana ragione, le è sfuggito. Siamo individui liberi di sganciarci dai buoni precetti ricevuti, lo possiamo fare inspiegabilmente, inaspettatamente. Se lo facciamo non è sempre colpa dei nostri genitori. Forse un ceffone in più ci consentirà, comunque, di muovere un passo sbagliato in meno.
20140311_155252
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...