Torta di peroci o di nociere!

Dato che è indissolubile il legame tra pere e noci in questa torta, ho deciso di chiamare così la ricetta che vi propongo oggi. Ingredienti: 2 pere, 3 uova, 200 gr di zucchero, 375 gr di farina, 100 gr di noci, 1 bustina di lievito in polvere, 100 gr di olio di semi (meglio mais), un pizzico di sale, gocce di cioccolato fondente (a piacere).

Procedimento: unire uova, zucchero e olio, aggiungere le pere tagliate a fettine o se preferite a tocchetti, le noci tritate, la farina, il lievito, il sale ed il cioccolato. Io di solito verso gli impasti nella tortiera foderata con la carta forno anziché nella tortiera imburrata ed infarinata, ma procedete pure secondo le vostre abitudini! Infornate a 180°C per una mezz’ora (controllate comunque la cottura con il classico metodo dello stuzzicadenti). Spero vi piaccia!

Annunci

Gnocchetti alla Flash Gordon.

20150423_222620-2

Rieccoci in cucina con il solito dilemma della cena per i piccoli. Questa volta l’ho risolto preparando alla velocità della luce degli gnocchi. Ho usato meno di una confezione di ricotta da 100 grammi, un po’ di pangrattato (misura “a occhio”), un pizzico di sale e la metà di un tuorlo d’uovo (la mia piccina non ha ancora sperimentato l’albume). La consistenza è giusta quando la ricotta non si appiccica più alle vostre mani ed è possibile formare delle palline: è meglio, quindi, aggiungere il pangrattato gradualmente fino ad ottenere la compattezza desiderata. Nel frattempo fate bollire dell’acqua in un pentolino. Versate gli gnocchi nell’acqua in ebollizione, lievemente salata e quando galleggeranno saranno pronti. Io li ho conditi con del sugo di pomodoro fatto in casa, un goccio di olio evo (aggiunto crudo) ed un po’ di parmigiano. Anche la piccola è stata veloce come Flash!

20150501_183823

Cena per bimbi arancioni

Care mamme e papà sintonizzati sulla mia frequenza, ho deciso di condividere con voi il dilemma della cena per i piccoli. Amo proporre sempre cibi diversi alla mia bambina di 14 mesi e devo ammettere di essere fortunata perché è già una “buona forchetta”! Proprio a causa della mia ricerca di variazioni a volte non so cosa proporle a cena. Da un lato cerco di soddisfare il fabbisogno di carboidrati, ma dall’altro provo ad evitare la classica pasta (anche perché è facile che l’abbia già mangiata a pranzo) e prediligo cene non troppo pesanti. Questa è la premessa; ora vi propongo una ricetta semplice, che è stata molto apprezzata. Qualche sera fa, anche a seguito di un periodaccio chiamato “gastroenterite” (con la quale la piccola ha spiazzato l’intera famiglia), ho pensato di reintrodurre gradualmente le verdure e non c’è nulla di meglio delle carote in questi casi. Basta una carota di media grandezza: fatela bollire in un po’ di acqua salata, poi frullatela con il mixer assieme ad un po’ dell’acqua di cottura. Nel frattempo preparate del pane a tocchetti e fatelo tostare in padella. Aggiungete un po’ d’olio evo sul pane e poi versateci sopra la purea di carota e qualche fiocco di ricotta. A piacere per insaporire potete aggiungere ancora un filo d’olio e del formaggio grattugiato (grana o parmigiano). Risultato: cena nutriente, ma leggera fagocitata in meno di cinque minuti! Vediamo se funziona anche con i vostri piccoli.

20150416_122105-1

Con Sara… ceno!

Inauguriamo oggi la nuova categoria “cucina”, che provvederò a rimpolpare molto spesso. Oggi vi parlo del grano saraceno e di quanto sia, a mio avviso, apprezzabile se mescolato con la classica farina all’interno di molti dolci. Nelle crostate di marmellata o frutta, ad esempio, sostituisco un terzo della farina tipo “00” con quella di grano saraceno ed il tutto acquista un sapore d’altri tempi. Provare per credere!

20150302_221817-1